Costeau, Fabien

Saint-Rèmy (Francia), 1844

Description:
Bio:

Fabien Costeau nasce nel 1844 a Saint Rèmy, piccolo centro abitato nel sud della Francia.
Figlio di Annabelle e del pittore Jerome Costeau, Fabien comincia presto a dedicarsi all’attività paterna dimostrando subito grandi doti.
Il giovane si iscrive dunque ad una scuola parigina assai costosa per affinare la propria tecnica e per apprendere i segreti dei grandi artisti suoi contemporanei.
Fabien trascorre gli anni dell’adolescenza dedicandosi completamente all’arte e discorrendone con i suoi due più grandi amici: Marie Anne Cremy e François Villion.
Il giovane Costeau resta a Parigi fino all’età di 25 anni e torna a Saint Rèmy a causa della morte del padre; qui comincia a dipingere opere paesaggistiche che gli garantiscono un’onesta ed affidabile fonte di sostentamento.
In seguito alla morte della madre, Fabien decide comunque di rimanere a Saint Rèmy, ispirato dall’atmosfera del luogo: non a caso il suo dipinto più riuscito raffigura il manicomio locale, visto da un’angolazione prospettica piuttosto inquietante.
Il caso vuole che, proprio tra le mura dell’ospedale psichiatrico immortalato da Costeau, venga rinchiuso Vincent Van Gogh, pittore di cui Fabien ha udito parlare e che vorrebbe poter incontrare di persona per scambiare qualche opinione in materia artistica.
Ma Fabien ancora ignora che, oltre ad essere il luogo d’internamento del pittore olandese, il manicomio di Saint Rèmy è destinato a rappresentare per lui una fonte inesauribile di problemi e che tra le sue mura, trasudanti orrori indicibili, egli dovrà scontrarsi con entità che nessuna mente umana avrebbe mai potuto immaginare.

Casi correlati

La pazzia di Vincent Van Gogh (Kaos n. 34) – 1889

Costeau, Fabien

Onthar Investigations OntharKane